A cura della Dr.ssa Ida Sciabica Psicologa

imagesnmbh

Il morbo di Alzheimer è una forma di demenza progressiva, in cui si ha degenerazione delle cellule nervose e sintomi di atrofia cerebrale.

Questa malattia si riscontra soprattutto nelle persone anziane ma può anche colpire individui di mezza età.

Le caratteristiche principali dell’Alzheimer sono uno stato confusionale progressivo, perdita di memoria, apatia ,spesso profonda depressione e ritiro dalla vita sociale.

Ciò che inizia come un impercettibile deterioramento delle funzioni mentali, soprattutto della memoria a breve termine, può peggiorare in un periodo di tempo imprevedibile fino allo stadio in cui il paziente non è più autosufficiente, non riconosce i volti o ambienti familiari, dimentica avvenimenti recenti e ricorda episodi lontani nel tempo.

L’Alzheimer definita la malattia del secolo, coinvolge direttamente o indirettamente tutto il sistema familiare, difatti coloro che assistono (caregiver) chi è colpito da questa malattia possono sentirsi particolarmente assorbiti e frustrati, ciò può portare a livelli notevoli di stress e depressione.

Pertanto il caregiver deve attuare strategie per fronteggiare lo stress attraverso l’aiuto di uno specialista, far parte di gruppi di sostegno per poter condividere le proprie esperienze, sentimenti, preoccupazioni e dubbi riguardo l’assistenza.

Spesso tutto ciò che si può fare è cercare di migliorare la qualità della vita del paziente e contrastare l’isolamento sociale tramite la somministrazione di farmaci specifici, esercizi riabilitativi mirati a rallentare il deterioramento cognitivo, una dieta altamente nutriente.

Poiché la malattia toglie l’appetito e la normale cura di se stessi, i pazienti rischiano carenze nutrizionali.

Alcune ricerche hanno osservato miglioramenti con integratori a base di vitamina B12, C, D ed E, beta-carotene e acido folico.

Altre ricerche hanno dimostrato come l’alluminio sia responsabile di questo tipo di demenza e può quindi favorirne l’insorgenza.

E’ consigliabile non utilizzare pentole di alluminio per cucinare alimenti acidi come pomodori e alcuni tipi di frutta.

Gli alimenti consigliati e mirati sono patate, spinaci, carote, agrumi,cavoli, lattuga, soia e verdura a foglia verde.

Occorre evitare l’assunzione eccessiva di alcolici e limitare l’uso di compresse antiacide utilizzate per i disturbi digestivi.

Condividi...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *