A cura della Dr.ssa Ida Sciabica Psicologa

images

La parola “stress” (dal latino strictus = stretto) fu utilizzata per la prima volta durante il periodo della rivoluzione industriale, per indicare la resistenza delle strutture metalliche allo sforzo.
Oggi questo termine viene usato di frequente in riferimento a situazioni negative e sfavorevoli che causano uno stato di affaticamento mentale e fisico.
Ma cosa è nello specifico lo stress?
Con questo termine si fa riferimento ad una risposta generale aspecifica o come sindrome generale di adattamento ovvero uno stato fisiologico normale che non può e non deve essere evitato.
Lo stress si verificherebbe quando l’individuo non riesce a fronteggiare le situazioni ambientali esterne, queste difatti vengono considerate come “minacce” per il nostro corpo da generare uno stato di stress.
Situazioni come affrontare un divorzio, un licenziamento, un lutto, una grave malattia, un trasloco di casa, il matrimonio, l’esser incinta, la prigione, il pensionamento e la morte di un coniugerappresentano per il soggetto momenti di difficoltà che causano stress.
Lo stress è, appunto, caratterizzato da elevati livelli di eccitazione e di ansia, spesso accompagnato da un elevato senso di inadeguatezza che influisce in maniera negativa sulla salute del soggetto.
Lo stress non rappresenta pertanto una malattia, ma può senz’altro generare problemi legati alla salute mentale e fisica qualora si manifesti con intensità o per lunghi periodi.
Gli effetti causati dallo stress possono essere insonnia, affaticamento fisico, mancanza di concentrazione, irritabilità, tensione muscolare, confusione, reazioni critiche.
E’importante tenere presente che lo stress varia da persona a persona a seconda delle risorse interne che ogni individuo possiede per fronteggiarlo. E’ opportuno, pertanto, esser consapevoli del proprio stress per poter prendere le precauzioni adatte.
Esistono però delle piccole dritte per poter diminuirne la vulnerabilità, occorre prima di tuttoidentificare i fattori che hanno generato lo stress, porsi degli obiettivi a riguardo e cambiare le proprie “cattive” abitudini.
Ma in casi in cui lo stress abbia preso il sopravvento come è possibile affrontarlo?
Attraverso esercizi di respirazione, rilassamento dei muscoli, riflessione, rifiuto di idee irrazionali, concentrazione sul compito, controllo della preoccupazione, gestione della rabbia e delle situazioni, cura del proprio corpo è possibile fronteggiare lo stress.
Condividi...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *