A cura della Dr.ssa Ida Sciabica Psicologa

images (2)

Viviamo in una società, oggi più che mai, basata sull’apparire, sull’essere perfetto a qualunque costo.

I modelli di riferimento odierni impongono il  cosiddetto “culto del corpo”.

Diventa una lotta continua tra essere ed apparire cercando di comparire sempre impeccabili super curati e sempre più magri.

Si ricorre quindi a intense attività sportive fino a diventarne dipendenti, a ristrette e dannose diete, rimedi chirurgici e chimici pur di aumentare  la positiva percezione di noi stessi.

Attività sportive ed una sana ed equilibrata alimentazione fanno bene alla salute e ad accrescere la nostra autostima ma attenzione a non eccedere in quello che si sta facendo.

Regimi alimentari restrittivi, periodi di digiuno possono talvolta portare ad un vero e proprio disturbo dell’umore.

Recenti studi hanno difatti dimostrato che il dimagrimento può avere effetti letali sul carattere e l’autostima del soggetto, tanto che rischia di portare alla depressione.

La depressione è una vera è propria patologia che porta a stati di inappetenza, stanchezza, apatia, isolamento, mancanza di energia e concentrazione. Il soggetto depresso si viene a trovare in una condizione di malessere generale che influisce sulla sfera sociale, lavorativa e sessuale.

Una dieta restrittiva che vieta l’utilizzo di zuccheri e grassi anche in minima quantità, risulta avere degli effetti dannosi per la nostra salute psichica.

L’assunzione di zuccheri e cibi grassi incidono sul nostro organismo attraverso i cosiddetti neurotrasmettitori del “buon umore” quali serotonina, dopamina e noradrenalina questi difatti sono responsabili della regolazione dell’umore.

Ma si può dimagrire senza che la dieta causi depressione?

Tra  pagine del Journal of Clinical Psychiatry, sono recentemente apparsi i risultati di una ricerca volta ad individuare i comportamenti umani capaci di contrastare la depressione: secondo gli studiosi lo sport è un potente antidepressivo naturale.

L’esercizio fisico canalizza le energie corporee e mentali. Se dal punto di vista tangibile ha un effetto benefico sul dimagrimento, sul tono muscolare e in termini di salute cardiocircolatoria, dal punto di vista psichico rappresenta un sistema di deviazione dal pensiero negativo, sortisce rilassamento e allontana ansia e stress.

Ecco, dunque, che il dimagrimento non è raggiungibile senza associare ad una dieta efficace un corretto esercizio fisico.

Al mattino presto è piacevole una mezz’ora di camminata veloce.

Fa bene alla linea anche rinunciare all’ascensore.

Dimagrire non vuol dire smettere di mangiare, equivale logicamente alla acquisizione di abitudini alimentari sane e bilanciate con le peculiari esigenze del fisico.

Condividi...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *