A cura della Dr.ssa Ida Sciabica, Psicologa

Un tema di grandissimo interesse è comprendere come sviluppare la capacità di apprendimento e di memoria. Questa conoscenza può aiutare a migliorare le nostre prestazioni professionali e i rapporti umani.

Ma cosa è la memoria?

La memoria è una funzione fondamentale della mente, è la capacità di conservare le informazioni nel tempo.   possiamo affermare ciò che siamo grazie alla capacità di ricordare.

In primo luogo la memoria  è apprendimento, cioè capacità di immagazzinare nel cervello nuove informazioni: può trattarsi degli episodi di un romanzo o di un libro che leggo per prepararmi a un esame, ma anche delle facce e dei nomi di nuovi amici, oppure di percorsi, strade, luoghi visitati durante un viaggio.

La memoria è una delle capacità più importanti nell’uomo. Perdere la memoria significa perdere la propria storia personale e la propria identità.

Mens sana in corpore sano sarà vero questo famoso detto latino?

Recenti studi hanno dimostrato che vi è una correlazione tra mente e corpo o meglio tra memoria e attività sportiva. L’esercizio fisico non solo fa bene alla salute ma allena anche il cervello e lo rende più brillante.

A confermare tale ipotesi è un recente studio neozelandese  il quale allarga lo spettro dei benefici dell’attività fisica, asserendo che essa migliori anche le funzioni cognitive, la memoria e l’attenzione.

Secondo lo studio revisionale condotto da Hayley Guiney e Liana Machado dell’Università di Otago fare sport farebbe bene al cervello. Lo dimostrerebbero i punteggi ottenuti dai partecipanti ai vari esperimenti nei test cognitivi a cui si sono sottoposti.

Lo sport  migliora le prestazioni del nostro cervello, accrescendone le dimensioni strutturali e le capacità mnemoniche residenti in particolar modo nell’ippocampo.

Le dimensioni dell’ippocampo del cervello sono importanti, più è grande e migliore è la sua funzionalità. Con il passare degli anni ha la tendenza a rimpicciolirsi, causando una leggera decadenza qualitativa.

Fare sport potenzia dunque i neuroni aumentando la capacità di memoria e di attenzione  contrastando il deterioramento cognitivo tipico dell’avanzare dell’età.

Pertanto una vita sana, dedita al fitness, non solo permette di stare bene fisicamente, ma anche di ritardare il declino della memoria e della capacità di apprendimento.

Fare sport crea indubbi vantaggi sul piano fisico, al livello cardio-respiratorio, muscolare e metabolico, ma ha anche un effetto positivo sull’umore, liberando endorfine e adrenalina. Inoltre lo sport all’ aria aperta sviluppa ulteriormente la memoria e aiuta a mantenere il benessere psicofisico.

Condividi...Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *